Il SEO (acronimo per “Search engine optimization”) è un’attività che consente di migliorare la qualità di un sito web per fornire un’ informazione quanto più attinente possibile (e che rispecchi la realtà) rispetto a ciò che un utente cerca.

Lo scopo del lavoro è innanzitutto creare una perfetta esperienza online dell’utente.

Ma il SEO  può anche migliorare il posizionamento del sito all’interno dei principali motori di ricerca: questi mediante un algoritmo, in grado di scannerizzare il contenuto del vostro sito web, lo analizzano, deducendo le sue potenzialità o eventuali pecche.

I motori di ricerca favoriscono i siti ottimizzati, favorendone il posizionamento e, di conseguenza, procurando un aumento di visite da parte di potenziali clienti.

E’ bene diffidare da chi propone la realizzazione di un sito internet a cifre pressoché ridicole: spesso il preventivo non comprende il SEO (e non solo purtoppo).

Lavorare al fine di posizionare un sito per determinate parole chiave di ricerca non è cosa semplice e sbrigativa: presuppone tempo e accuratezza, nonché continuità con quello che riguarda la preparazione dei contenuti e di ciò che li presenta.  

SEO in poche parole

L’ ottimizzazione è strettamente collegata ai principali aspetti che definiscono la qualità del sito:

  • Sviluppo dei contenuti
  • usabilità
  • velocità
  • corretto funzionamento

Il SEO è poi legato a una serie di pratiche rivolte a rafforzare il posizionamento del sito, tra cui:

  • Selezione di keywords e keyphrases
  • definizione di tags e meta tags
  • Attenzione al testo e ai caratteri speciali

Non si sta parlando di “trucchetti”, tanto che i motori di ricerca non sono facilmente aggirabili.

Il lavoro legato al SEO rappresenta semplicemente, o almeno così dovrebbe, il tentativo di creare un prodotto utile e funzionale per gli utenti.

Anche in questo caso il dialogo può semplificare notevolmente la comprensione delle esigenze dei clienti, per poter indirizzare appropriatamente il progetto verso la sua espressione più adeguata.